Crea sito
Dossier O.Y.E
Siria: ECCO CHI HA INTERESSE E PERCHE’…

Di Michele Perna

Siria: Per capire bene ciò che sta accadendo in Siria bisogna innanzitutto inquadrare bene la geografia e la suddivisione dei territori da parte delle nazioni attive al massacro della popolazione.

In NERO: Territorio sotto il controllo dell’ISIS;
In ROSSO: Territorio sotto il controllo del Regime di Assad;
In VERDE: Territorio sotto il controllo dell’opposizione (Anti-regime ed Anti-isis);
In GIALLO: Territorio sotto il controllo Curdo

In NERO: Territorio sotto il controllo dell'ISIS; In ROSSO: Territorio sotto il controllo del Regime di Assad; In VERDE: Territorio sotto il controllo dell'FSA (Ribelli); In GIALLO: Territorio sotto il controllo Curdo

In NERO: Territorio sotto il controllo dell’ISIS; In ROSSO: Territorio sotto il controllo del Regime di Assad; In VERDE: Territorio sotto il controllo dell’opposizione (Anti-regime ed Anti-ISIS); In GIALLO: Territorio sotto il controllo Curdo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Ora è importante capire come sono distribuite gli attacchi di USA e RUSSIA.
I loro attacchi come si può riscontrare dalle mappe sono completamente fuori la zona di competenza dell’ISIS se non nella città di Aleppo, nella quale vi è una presenza dell’ISIS.

Siria: divisione "amministrativa"

RUSSIA: E’ attiva soprattutto nella zona “mediterranea” della Siria.
La Russia sta bombardando sulle zone di Idleb (maggior parte dei suoi attacchi), la zona nord della provincia di Homs e la zona di Hama.
La maggior parte dei bombardamenti russi hanno avuto come obiettivo strutture civili, solo nella città di Palmira, con pochi bombardamenti mirati la Russia ha cacciato via l’ISIS.
Come mai usare la precisione a Palmira mentre ad Idlib è un massacro di civili. A Palmira è presente una base militare, quindi ecco il motivo del loro repentino attacco mirato.
Altri bombardamenti sono compiuti anche nella zona a Sud della Siria, nelle province di Damasco e di Daraa.
Da sottolineare:
NON VI E’ ALCUNA PRESENZA DELLO STATO ISLAMICO (ISIS) NELLA STRAMAGGIORANZA DEGLI OBIETTIVI DEI BOMBARDAMENTI RUSSI
Di conseguenza possiamo affermare:
La Russia ha più interesse ad indebolire l’opposizione anti-ISIS ed anti-Assad, ovvero i ribelli, che l’ISIS stesso.
E’ illecito pensare quindi che la Russia sia interessata ad uno sbocco sul Mediterraneo e non a far sparire l’ISIS?
E’ illecito pensare quindi che il maggior produttore di gas al mondo sia in lotta in una zona in cui vi passa una gran linea di gasdotto e non abbia nessun interesse a colpire l’ISIS?

USA: Gli esportatori di democrazia dell’ America hanno altri interessi e altri progetti, i loro alleati in Siria sono le milizie curde.
Bombardamenti con massacro di civili da parte degli USA sono stati focalizzati soprattutto ad Aleppo e Manbij, nella zona est della provincia di Aleppo.
LEGGI IN ALLEGATO:
MANBIJ: VIDEO SHOCK DEL RAID USA ANTI-ISIS,MASSACRO DI CIVILI DI SERIE B
Entrambe le zone (Aleppo e Manbij)sono ai confini dei territori dello Stato Islamico ma non sono punti di potere dell’ ISIS anche se non possiamo negare la presenza.
Come citato sopra, i curdi sono alleati degli Usa, l’America li finanzia, fa copertura aerea e forse tutto il sostegno che stanno apportando in Siria ha un fine, altrimenti perchè appoggiare gli USA?
Gli USA potevano far sparire l’ISIS in primis,visto che sono loro i creatori ma hanno lasciato crescere il pretesto dell’attacco. Ora tutti gli indizi portano alla sostituzione dell’ISIS nelle zone che occupa,con milizie curde (i loro alleati).
L’ America ha spesso creato un problema per obbligare la gente ad accettare una soluzione inaccettabile sempre da lei proposta.
Gli USA avranno promesso uno stato curdo mai esistito prima proprio in Siria? Sappiamo che i curdi nascono con questo sogno e l’America non fa altro che guadagnare il dominio nella zona est della Siria.
La zona est è la zona petrolifera della Siria e guarda caso è proprio l’America a metterci le mani!

La mappa della Siria dal punto di vista di Gas e Petrolio

La mappa della Siria dal punto di vista di Gas e Petrolio

 

 

In tutto ciò vi è massima collaborazione tra gli USA e la RUSSIA, sembra che siano già d’accordo anche sulla divisione futura:
-L’America che sottomette l’est della Siria tramite i curdi (infatti ha già piantato base americana);
-La Russia sottomette l’ovest tramite il regime di Assad.
Non si danno mai noia tra di loro in Siria, anche se politicamente non è il periodo più roseo tra le due superpotenze,  ma entrambe stanno arrivando al loro scopo massacrando centinaia di migliaia di civili, rendendo quasi tutto il popolo o sfollati o mutilati tramite i loro bombardamenti…

Analizzando i bombardamenti compiuti possiamo dedurre:
“Colpire un mercato dove vi può essere solo gente comune, oppure colpire ospedali e scuole, dove NON VI E’ PRESENZA ISIS non si può chiamare che pulizia etnica
LEGGI ANCHE:
SIRIA: PULIZIA ETNICA DI UNA NAZIONE

Una domanda sorge spontanea:
“PERCHE’ NON FOCALIZZARE GLI ATTACCHI SU RAQQA E DEIR EL-ZOR E COLPIRE AL CUORE L’ISIS?”
Possiamo quindi dedurre un’ultima conclusione:
L’Isis fa comodo ad entrambe le superpotenze per continuare “giustificate” la loro pulizia etnica, fortificando così le radici dei loro progetti futuri.

 

About the author

Related Post

Calendario Open your eyes
luglio: 2017
L M M G V S D
« Set    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
UA-71431429-1